Terzo Trimestre

GRAVIDANZA SETTIMANA PER SETTIMANA: IL TERZO TRIMESTRE

Pubblicato:7 Set 2022

GRAVIDANZA SETTIMANA PER SETTIMANA: IL TERZO TRIMESTRE

Benvenuta al tuo terzo e ultimo trimestre della gravidanza! La tua passeggiata si trasformerà in un dondolio, la tua pancia diventerà abbastanza grande a questo punto, e sì … ci saranno anche alcuni sintomi del terzo trimestre non così carini (come bruciore di stomaco, diarrea e affaticamento del terzo trimestre).

Quando inizia il terzo trimestre? Inizierà alla settimana 28 e durerà fino alla nascita del tuo bambino, intorno alla settimana 40. Questa guida sul Terzo Trimestre settimana per settimana ti aiuterà a capire cosa aspettarti in queste emozionanti settimane del terzo trimestre e cosa dovresti fare quando inizia il conto alla rovescia per incontrare il tuo bimbo.

Clicca sulla settimana che ti interessa in particolare dall’elenco qui sotto:

WEEK #28

Questa settimana gli occhi del tuo bambino possono aprirsi parzialmente e hanno persino le ciglia! Dall’altra parte, tu potresti avere difficoltà a tenere gli occhi chiusi (LoL!).

L’insonnia del terzo trimestre può essere collegata al dolore. È normale sentire dolore pelvico durante la gravidanza (soprattutto nel terzo trimestre!) e anche dolore alla schiena, all’anca e alla vagina sono comuni. Alcune donne si lamentano anche di un brutto dolore al lato destro durante la gravidanza. Il dolore ai legamenti rotondi del terzo trimestre, l’affaticamento muscolare o problemi digestivi sono molto probabilmente la causa di ciò. Ma se sei preoccupata e ti tiene sveglia la notte, fai un controllo.

Cose da fare

  • Esercizio fisico – L’esercizio fisico è davvero un toccasana per te durante le settimane del terzo trimestre. Può aiutare a favorire un buon sonno, una gravidanza sana e a ridurre il dolore e il gonfiore causati dalla gravidanza.

WEEK #29

Ora il tuo bimbo è grande come un cavolo, comincerà a sentirsi un po’ strettino nella sua piccola casetta. Quei leggeri svolazzi di movimento che hai sentito nel secondo trimestre si saranno trasformati in calci in piena regola, perché sta solo cercando di mettersi comodo!

Cose da fare

  • Inizia a contare i calciPossono essere scomodi, ma i calci sono un buon segno! 10 movimenti in due ore circa sono standard. È importante contattare al più presto il tuo medico se sei preoccupata per una diminuzione o un cambiamento nell’attività del tuo bambino.

WEEK #30

Il tuo bimbo adesso sarà più o meno lungo 27 cm e con un peso di circa 1,3 kg, sta diventando sempre più grande! Uno dei segni che ti farà capire di essere arrivata al tuo terzo trimestre è l’arrivo delle contrazioni di Braxton Hicks. Queste contrazioni non sono troppo dolorose, ma sono un po’ strane… Sono come una sensazione di irrigidimento del tuo utero.

Cose da fare

  • Informati sui segnali che indicano l’inizio del travaglio – Parla con il tuo medico e frequenta un corso pre-parto per conoscere i veri segnali delle contrazioni e altri dettagli, in modo da sapere a cosa prestare attenzione.

WEEK #31

Dalla 31esima settimana, il tuo bambino inizierà a diventare sempre più grande e crescerà davvero tanto velocemente. E di conseguenza, lo farai anche tu. Occhio alla dieta!

L’aumento di peso nel terzo trimestre è il più evidente della gravidanza e noterai cambiamenti significativi nel tuo corpo di settimana in settimana. A questo punto è normale mettere su mezzo kg a settimana.

Cose da fare

  • Ritagliarsi dei momenti di intimità – Non abbiate paura, provateci! Potrà sembrare un gioco di Twister, visto il pancione, ma il sesso del terzo trimestre è sicuro e molto positivo per te! Soprattutto verso la fine, soprattutto se si supera la data presunta del parto, uno dei consigli più ricorrenti è appunto “fare all’ammmore!”.

WEEK #32

Se inizi a sentire il fiato corto mentre svolgi le tue attività quotidiane, è normale. Sta succedendo perché il bambino cresce e l’utero fa pressione sui tuoi polmoni.

Se sei preoccupata per questo sintomo, fai sempre un check con il tuo medico. Sebbene la dispnea e l’affaticamento del terzo trimestre siano comuni, potrebbero essere correlati a un’altra condizione (esempio: i sintomi del COVID e del terzo trimestre di gravidanza possono essere simili).

Cose da fare

  • Fai un Baby Shower – Ora è il momento migliore! Ovviamente non devi assolutamente farlo se non fa per te, ma questa è una scusa per condividere un po’ di tempo con i propri cari, mangiare una torta e organizzare delle babysitter per il futuro.

WEEK #33

Il tuo bambino ora può sentire i suoni, provare sensazioni (guarda cosa succede quando fai una doccia fredda!) e persino rilevare la luce con gli occhi. E’ incredibile!

A questo punto potresti sentirti stanca, accaldata, con mal di testa e con un mood irritabile in generale. Ma la depressione prenatale non è uno dei sintomi del terzo trimestre da ignorare. Se ti viene da piangere, ansiosa, non dormi bene e pensi che qualcosa non va, parla con il tuo ginecologo e/o con il tuo terapeuta.

Cose da fare

  • Pisolino – L’insonnia del terzo trimestre è abbastanza impegnativa. Cerca di sfruttare tutti i pisolini possibili durante il giorno e crea un ambiente tranquillo per dormire evitando schermi e luci intense prima di andare a letto.

WEEK #34

Durante la 34esima settimana, il piccolo fegato del tuo bambino inizia ad assorbire il ferro. Questo durerà fino a 4-6 mesi dopo la nascita, quando dovranno iniziare a mangiare cibi solidi per soddisfare il loro fabbisogno di ferro.

Assicurati di mangiare cibi ricchi di ferro e nutrienti per una gravidanza e un parto sani. Questo può essere difficile se stai vivendo la nausea del terzo trimestre o la nausea mattutina estrema che dura per tutta la gravidanza. Per molte donne si risolve entro la fine del primo trimestre, ma se stai ancora lottando arrivata a questa settimana della gravidanza, parla con il tuo medico sulle opzioni di trattamento.

Cose da fare

  • Metti in ordine le basi del tuo bambino: organizza la nursery, compra un passeggino, fai lavare i vestitini e organizza tutto per avere un seggiolino auto e per montarlo con un po’ di anticipo.

WEEK #35

I movimenti del tuo bambino potrebbero cambiare, potresti passare dal sentire calci distinti a girarsi e fare capriole adesso, come se ci fosse un piccolo artista circense lì dentro.

Tieni d’occhio i sintomi della gravidanza. Cose come il reflusso acido in gravidanza (classico del terzo trimestre!) che non sono generalmente motivo di preoccupazione. Ma mal di testa persistenti, vomito, alterazioni della vista o dolori alla pancia potrebbero essere un segno di preeclampsia. Questa è una condizione causata dalla pressione alta. La gravidanza (in particolare il terzo trimestre) può devastare la pressione sanguigna e potrebbe richiedere un monitoraggio più attento.

Cose da fare

  • Rielabora il tuo piano di nascita – Rivedi il tuo piano con il tuo partner di nascita, ostetrica o ospedale. Ripeti i tuoi desideri e le tue aspettative e (cosa importante!) discuti cosa farai se i piani non sono realizzabili per motivi medici. Sul tema del piano di nascita ne parleremo in modo dedicato in un articolo a parte!

WEEK #36

Intorno alla 36esima settimana, ​​il tuo bambino dovrebbe essere a testa in giù, pronto per la nascita. Se ciò non è accaduto, il medico potrebbe provare a spostare la sua posizione e darti alcuni suggerimenti su come regolarli in modo naturale.

Cose da fare

  • Prepara la borsa dell’ospedale – Potrebbe arrivare il momento da un giorno all’altro. Tieni a portata di mano l’essenziale per la nascita e il primo postpartum.

WEEK #37

Ora con un peso di circa 3 kg, il tuo bambino diventa sempre più forte. Potresti scoprire che il tuo seno inizia a perdere un po’ di latte in anticipo! Questo liquido si chiama colostro ed è il modo in cui il tuo corpo si prepara all’allattamento.

Cose da fare

  • Raccogli e congela il colostro: questa roba è “oro liquido“, ricca di sostanze nutritive per il tuo bimbo. Puoi raccoglierlo e conservarlo nel congelatore per nutrire il tuo neonato quando arriva.

WEEK #38

Da questa settimana sei considerata davvero davvero “a termine”, ovvero ogni giorno è buono per nascere.

Cose da fare

  • Poni tutte le domande: andrai molto più spesso nell’ospedale scelto per il parto per i vari monitoraggi di routine delle ultime settimane. Ci sarà quasi sicuramente un’ecografia del terzo trimestre per controllare la crescita del tuo bambino. Ora è il momento di porre domande dell’ultimo minuto e ottenere chiarezza su cosa aspettarsi nella sala parto.

WEEK #39

Il tuo bambino è completamente formato e pronto ad incontrarti! La sua crescita rallenterà ora e potresti sperimentare un’intensa pressione pelvica mentre il bimbo tiene la posizione di nascita.

Cose da fare

  • Fai attenzione ai segni del travaglio: nausea, rottura dell’acqua o diarrea sono tutti segni che il tuo corpo sta andando in travaglio.

WEEK #40

Se sei arrivata fin qui, sei stato bravissima! E probabilmente ti senti come se tu l’abbia già superata! Ricordi quando potevi metterti sdraiata a pancia in giù? Potrai farlo di nuovo molto presto.

Molte gravidanze vanno oltre la data presunta, ma è bene consultare il medico o l’ostetrica per assicurarsi che tutto proceda come dovrebbe.

Cose da fare

  • Discutere l’induzione – Se la gravidanza dura oltre le 42 settimane, il medico potrebbe suggerire l’induzione. Parla dei rischi e dei benefici di questo se ne hai bisogno.
  • Prova tutti i metodi per indurre il travaglio in modo naturale: i metodi comuni per portare avanti il ​​travaglio includono bere il tè alle foglie di lampone, fare sesso, fare le scale e/o lunghe passeggiate e mangiare datteri. Questi non sono garantiti, ma se sei abbastanza disperata potresti dare una possibilità a qualsiasi cosa!

Tutto sommato, il terzo trimestre di gravidanza è un momento emozionante pieno di attesa. Ci saranno momenti di dolore, esaurimento e momenti in cui direte “FATELO USCIRE!” di sicuro, ma semmai c’è un momento per rallentare e prenderti cura di te stessa, è proprio questo.

Seguendo i consigli del tuo team medico, si creerà un ambiente bellissimo per questo bambino, che presto sarai molto contenta di tenere tra le tue braccia.

Ricorda, questo articolo non dovrebbe sostituire i buoni consigli medici del tuo medico che sta seguendo la tua gravidanza.

0 commenti
Condivi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Premendo il tasto “Accetta” o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web, accetterai l’utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi