Guida: cercare una gravidanza

CERCARE UNA GRAVIDANZA: COSA E’ NECESSARIO SAPERE

Pubblicato:4 Dic 2022

CERCARE UNA GRAVIDANZA: COSA E’ NECESSARIO SAPERE

Si passa gran parte del tempo a cercare di evitare di restare incinta (o la clamidia) quando si è giovani, che inconsciamente si pensa che nel momento esatto in cui si decide di cercare una gravidanza, per davvero, questo avvenga facilmente! Come se il risultato fosse garantito non appena vengano eliminate tutte le precauzioni. Per alcuni fortunati succede veramente così, ma per altri si scopre che non è esattamente qualcosa di immediato.

Fare l’amore è solo l’inizio nella ricerca della gravidanza, ma ci sono davvero molte variabili da considerare, come conoscere il proprio corpo, sapere in che modo le abitudini quotidiane e la tua salute generale possano favorire o ostacolare le tue possibilità di concepimento. Oltre a questo bisogna saper valutare anche il momento giusto per rivolgersi a uno specialista. Ecco quindi una piccola guida che possa orientarti in questa sorta di check-list.

Questa guida segue 2 momenti e tutto ciò che è importante sapere e/o fare:

PRIMA DI PROVARE A CONCEPIRE

Prima di iniziare a provare a cercare una gravidanza, il primo consiglio è quello fare un check-up completo della tua salute, del tuo benessere e delle scelte di stile di vita, proprio perché queste possono influire sulle capacità di concepire. Ecco quindi come puoi procedere.

Parla con il tuo medico del tuo stato di salute

Sia la tua salute che quella del tuo partner contribuiranno alle probabilità di rimanere incinta (nota importante: la gravidanza non è qualcosa che riguarda solo la donna, non dipende solo da te!). Un controllo pre-concepimento da fare con il medico di base può davvero aiutare a identificare eventuali problematiche, o in generale può orientare la coppia nell’adottare già in questa fase dei cambiamenti migliorativi nello stile di vita. Gli argomenti principali da discutere probabilmente includeranno:

  • Condizioni Mediche pre-esistenti: tutti abbiamo qualcosa che teniamo sotto controllo. Ma alcune condizioni, come per esempio le malattie sessualmente trasmissibili, il diabete, i problemi alla tiroide e l’ipertensione, possono influire sulla capacità di rimanere incinta e persino causare complicazioni durante la gravidanza. Il compito del medico in questo caso si focalizzerà proprio sull’esaminare eventuali condizioni che potrebbero verificarsi e ti aiuterà a capire in che modo potrebbero avere un impatto sul tuo obiettivo di avere un bambino, e ovviamente ti supporterà con delle cure specifiche.
  • Farmaci, vitamine che attualmente stai assumendo: alcuni farmaci, o vitamine particolari possono essere non adatte in gravidanza. Comunica quindi al tuo medico ciò che stai assumendo per capire cosa puoi o non puoi continuare ad assumere e in quali dosi, trovando alternative laddove sarà necessario.
  • Anamnesi familiare: è importante comprendere la storia sanitaria familiare sia tua che del tuo partner perché alcune condizioni, come disabilità dello sviluppo o malattie genetiche, possono essere trasmesse al tuo bimbo. Se c’è qualcosa da segnalare in tal senso, il tuo medico potrà aiutarti a capire come orientarti, includendo per esempio un rinvio a un consulente genetico che possa eseguire dei test e fornire specifiche raccomandazioni.

Elimina i contraccettivi

Se finora hai utilizzato dei metodi contraccettivi perché non stavi cercando una gravidanza o per altri motivi medici, a un certo punto immaginerai che dovrai smettere di utilizzare il metodo contraccettivo adottato finora. Prima di farlo, consulta il tuo ginecologo in modo da poter bloccare il metodo contraccettivo in tutta sicurezza e rimanendo consapevole di eventuali effetti collaterali da dover gestire e che potrebbero verificarsi: alcune donne riferiscono sintomi come tensione mammaria, ritenzione di liquidi, cambiamenti dell’umore, nell’appetito dopo aver interrotto la contraccezione.

Una volta che avrai bloccato la pillola o altri metodi contraccettivi, il tuo corpo dovrebbe ristabilire il suo ciclo mestruale naturale. Sebbene ciò possa richiedere fino a circa 3 mesi, è essenziale sapere che potrai comunque rimanere incinta non appena smetti di usare il metodo contraccettivo. Quindi se non sei ancora pronta a concepire, assicurati di utilizzare altri metodi di contraccezione (come i preservativi per esempio).

Inizia a monitorare l’ovulazione

L’ovulazione è super rilevante quando si prova a concepire. E’ infatti una fase del ciclo mestruale in cui l’uovo viene rilasciato dall’ovaia alla tuba di Falloppio, pronto per essere fecondato. La premessa più importante in tal senso è che, sulla base delle caratteristiche del proprio ciclo e di altre variabili assolutamente personali, l’ovulazione può variare, quindi anche in un ciclo regolare non è detto che l’ovulazione rispetti la tempistica standard. In ogni caso, monitorare “indicativamente” l’ovulazione può aiutarti a prevedere il momento migliore per concepire, ma ricorda sempre la premessa di qualche riga indietro.

Come monitorare l’ovulazione? Puoi:

  • Usa un’app per il monitoraggio del ciclo con un calcolatore dell’ovulazione: in queste app normalmente si inserisce ogni mese la data del primo e ultimo giorno di ciclo per prevedere quando potresti ovulare.
  • Usa un kit per il test dell’ovulazione da fare a casa: un altro metodo per monitorare l’ovulazione è usare questi test di ovulazione da fare a casa che testano i livelli di ormone luteinizzante (LH) nella tua pipì e che “può” indicare l’ovulazione. Ti dico “può” perché voglio mettere in evidenza il fatto è che anche questo metodo è puramente orientativo. L’unico modo per sapere con certezza quando stai ovulando è attraverso un’ecografia, parlane con il tuo medico per saperne di più se sei interessata.
  • Controlla la temperatura corporea basale: la temperatura corporea basale è esattamente la temperatura a riposo del tuo corpo. Cambia durante il ciclo mestruale, scendendo poco prima dell’ovulazione e risalendo dopo. Quindi, se la tieni monitorata, potresti “indicativamente” riconoscere quando stai ovulando.
  • Osserva i cambiamenti del tuo corpo: il nostro corpo è una macchina perfetta che potrebbe mostrare i segni della ovulazione. Subito prima che l’uovo venga rilasciato, potresti avvertire un maggiore desiderio sessuale, avere delle perdite vaginali più abbondanti, seno più morbido e leggerissimi crampi al basso ventre (non è meraviglioso essere donna? LoL).

Valuta il tuo stile di vita

Se stai cercando di rimanere incinta, è importante essere consapevoli che alcune scelte sullo stile di vita come il fumo, l’assunzione di droghe e il consumo di alcol sono legate alla diminuzione della fertilità nelle donne e negli uomini e sono associate a difetti alla nascita, parto prematuro e morte infantile. Il tuo medico, come parte di qualsiasi discussione sulla salute pre-concepimento, probabilmente ti consiglierà di abbandonare queste abitudini. Farlo prima di provare a concepire significa che hai il tempo di cercare un aiuto professionale se ne hai bisogno e che non stai cercando di disintossicarti da qualcosa mentre gestisci il primo trimestre di gravidanza tra nausea, stanchezza e la spossatezza generale che può arrivare.

Raggiungi un peso ottimale

Essere in sovrappeso o sottopeso può influire sulle possibilità di rimanere incinta e persino causare complicazioni durante la gravidanza.

Essere in sovrappeso può:

  • Impedisce l’ovulazione e inibisce il funzionamento dei trattamenti per la fertilità;
  • Aumenta il rischio di sviluppare complicazioni di salute durante la gravidanza, come il diabete gestazionale;
  • Aumenta la necessità di un cesareo;
  • Metti il tuo bambino a rischio per possibili problemi di salute come difetti cardiaci e diabete.

Essere sottopeso può:

  • Fare in modo che il tuo corpo smetta di produrre estrogeni, il che può portare a periodi irregolari e problemi di ovulazione;
  • Aumenta il rischio di parto prematuro e di avere un bambino di peso ridotto.

Il tuo medico può aiutarti a valutare il tuo peso e consigliarti come perdere o guadagnare qualche chilo se sarà necessario. Ma questo può richiedere del tempo, quindi rivedere il tuo peso, qualunque sia, prima di provare a concepire.

Assicurati che la tua alimentazione sia bilanciata

I nutrienti sono essenziali per la tua salute. Fino ad ora, probabilmente hai fatto un ottimo lavoro nell’ottenere ciò di cui hai bisogno attraverso il cibo. Ma durante la gravidanza, alcuni nutrienti aiutano il tuo bambino a crescere e svilupparsi, il che significa che potresti dover aumentare l’assunzione. E farlo prima di provare a concepire può aiutare a garantire che il tuo corpo sia pieno di sostanze nutritive quando rimani incinta.

Quali sono i nutrienti più importanti? Se ne considerano quattro:

  • Acido folico (o la sua forma naturale: il folato): aiuta a ridurre il rischio di difetti cerebrali e della colonna vertebrale del bambino. Questo nutriente è particolarmente importante da assumere prima e durante il tentativo di concepimento perché il tubo neurale (che alla fine diventa il cervello e la colonna vertebrale del tuo bambino) inizia a svilupparsi nelle prime quattro settimane, quando probabilmente non sai nemmeno di essere incinta.
  • Ferro: aiuta il tuo corpo a produrre globuli rossi, previene l’anemia durante la gravidanza e aiuta il tuo bambino ad aumentare l’afflusso di sangue.
  • Calcio: aiuta le ossa del tuo bambino a crescere.
  • Vitamina D: lavora con il calcio per aiutare il tuo bambino a sviluppare ossa e denti forti. È anche essenziale per la pelle e gli occhi.

Puoi aumentare l’assunzione di questi nutrienti mangiando cibi particolari. Ad esempio, folato, ferro, proteine e calcio si trovano nelle verdure a foglia verde, nella carne, nel salmone e nel tonno, nei latticini, negli agrumi, nelle noci e nelle uova. E potresti prendere vitamine prenatali. Forniscono le dosi raccomandate di ciascuno di questi nutrienti in una pillola, il che significa che stai ottenendo ciò di cui hai bisogno senza doverci pensare troppo.

Gli esperti consigliano di iniziare a prendere una vitamina prenatale almeno un mese prima di iniziare a provare a concepire.

Consulta uno specialista per valutare le tue opzioni

Non tutti hanno bisogno dell’aiuto di uno specialista della fertilità. Ma molte persone lo fanno perché può capitare di incontrare dei blocchi sulla fertilità! Ci sono diversi casi in cui probabilmente avrai bisogno di vedere uno specialista della fertilità durante il tuo viaggio verso la maternità, tra cui:

  • Hai una condizione di salute che influisce sulla tua ovulazione (come la PCOS) o hai periodi irregolari
  • Hai più di 40 anni: l’età può influire sulla fertilità, inoltre può inserirti nella categoria di gravidanza ad alto rischio (dove è probabile che tu abbia bisogno di cure mediche e attenzioni extra)
  • Il tuo partner ha un noto problema di fertilità (come la disfunzione erettile)
  • Sei una mamma single o hai una relazione omosessuale e usi un donatore di ovuli o sperma (o entrambi)

Se rientri in una di queste categorie, consultare uno specialista della fertilità prima di provare a concepire è sicuramente molto importante. Possono aiutarti a capire i diversi modi in cui puoi rimanere incinta e determinare il miglior trattamento per te.

MENTRE STAI PROVANDO A CONCEPIRE

Stai iniziando a cercare una gravidanza e avere un bambino, WOW! Tuttavia, per quanto eccitante possa essere, la parte “del provare” a concepire può diventare frustrante, soprattutto se non rimani subito incinta. Quindi sapere come fare sesso per rimanere incinta, come aiutare il tuo benessere durante questo periodo e quando cercare un aiuto professionale può essere cruciale.

Capire come e quando fare sesso

Chiedi a qualsiasi coppia che cerca di concepire e penseresti che fare sesso per rimanere incinta sia una sorta di sport competitivo. I tempi! La qualità! Cosa è successo quando!

Anche se sembra tutto un po’ intenso, fare sesso in un certo modo e in un momento specifico può aiutare le tue possibilità di concepimento. Quindi ecco qualche informazione di servizio da tenere in considerazione:

  • Controlla i tuoi accessori: il lubrificante è una bella invenzione, ma sapevi che alcuni lubrificanti possono influenzare la capacità dello sperma di muoversi? Quindi, se il lubrificante fa parte della tua routine, assicurati che sia adatto per il concepimento.
  • Mettiti in posizione: tanto per essere chiari, non ci sono prove che confermino che una posizione sessuale sia migliore di un’altra quando si cerca di rimanere incinta. Ma se l’obiettivo è portare lo sperma dove deve andare, una posizione – come il missionario – che consente una penetrazione più profonda ha senso!
  • Assicurati che entrambi raggiungiate l’orgasmo: l’orgasmo del tuo partner è vitale perché è così che lo sperma andrà dove deve andare. Ma assicurati di divertirti anche tu, ragazza! Sebbene non esista alcuna relazione tra orgasmo e fertilità, si pensa che aiuti a promuovere il trasporto dello sperma (e ogni piccola cosa conta, giusto?).
  • Fallo al momento giusto: ricordi quel monitoraggio dell’ovulazione di cui abbiamo parlato prima? Ecco dove entra in gioco. Il momento migliore per fare sesso è quando pensi di stare ovulando. Non quando l’uovo è stato rilasciato, ma quando sta per succedere. Questa è la tua finestra fertile (dura circa sei giorni ed è essenzialmente il periodo che precede il rilascio dell’uovo). Vuoi che lo sperma resti in agguato per quel piccolo uovo durante questo periodo perché vive solo per 24 ore una volta che è uscito dalla tua ovaia.
  • Fai sesso tutte le volte che vuoi: la frequenza con cui fai sesso durante il tuo periodo fertile dipende davvero da te. Potresti fare sesso due volte al giorno o due in totale. L’ultima cosa che vuoi è che il sesso diventi un lavoro meccanico. Ma sappi che fare sesso ogni giorno aumenta le tue possibilità di concepire (rispetto a fare sesso meno frequentemente).

Un ultimo punto: potresti aver sentito che dovresti rimanere sdraiato con le gambe in aria per 15 minuti dopo aver fatto sesso se vuoi rimanere incinta. Questo è un mito! Non aiuta quegli spermatozoi ad arrivare dove devono andare perché probabilmente sono già lì: si pensa che lo sperma viaggi verso la tuba di Falloppio (dove il tuo uovo sta aspettando) in appena due minuti. A proposito di velocità…

Gestisci lo stress

Cercare di concepire può essere stressante. Ma sai cosa non si abbina bene allo stress? La Gravidanza. La ricerca ha dimostrato che lo stress può interferire con la tua capacità di rimanere incinta. Quindi ora, più che mai, vorrai mantenerti rilassato. Secondo Psychology Today, alcuni suggerimenti per mantenere bassi i livelli di stress durante il tentativo di concepire includono:

  • Accetta ciò che senti: che si tratti di stress, frustrazione, delusione, provare a respingerlo può solo farti sentire peggio.
  • Limita la quantità di blog sul concepimento, sulla gravidanza: non hai bisogno di questo nella tua vita.
  • Fai piani per l’attesa di due settimane tra l’ovulazione e il tuo prossimo ciclo previsto: distrazione è il nome di questo gioco.
  • Non fare ruotare la tua vita sul concepimento: fai altre attività e dedicati ai tuoi hobby preferiti!

Prima di iniziare a provare ad avere un bambino, potresti anche parlare con il tuo partner o la tua rete di supporto su come farai fronte se le cose non vanno secondo i piani o se dovessero diventare difficili. Potresti anche discutere di come farai funzionare l’intera cosa dell’ “avere un bambino”.

Cerca un aiuto professionale se le cose non funzionano

Nonostante le tue migliori intenzioni, a volte le cose non vanno secondo i piani. Potresti aver provato per mesi, sperando nelle due linee blu di un test di gravidanza positivo e cercando uno dei primi segni di gravidanza. Ma senza successo. Quindi è il momento di chiamare i pezzi grossi.

Se hai meno di 35 anni e hai provato per un anno senza successo, o se hai 35 anni o più e hai provato per sei mesi senza risultati, consulta uno specialista della fertilità. Il tuo sistema riproduttivo potrebbe aver bisogno di una piccola spinta con alcuni farmaci per la fertilità. Potresti aver bisogno di un piccolo aiuto per portare lo sperma dove deve andare, con la fecondazione in vitro o l’inseminazione artificiale. Oppure potresti discutere di opzioni come la donazione di ovuli o la maternità surrogata. In ogni caso, sappi che ci sono specialisti che possono aiutarti e che ci sono molte opzioni per avere un bambino

.Ed eccoci arrivate alla fine di questa guida su tutto ciò che c’è da sapere quando di cerca una gravidanza! Speriamo che questo articolo sia utile per il tuo viaggio. Ricorda sempre che il percorso di ognuno verso la gravidanza è diverso. Potrebbe essere facile; potrebbe essere impegnativo. Potrebbe esserci di tutto nel mezzo. Sappi sempre che non sei sola.

Ti auguriamo di raggiungere tutto ciò che desideri!

Le informazioni contenute in questo articolo non sostituiscono la consulenza medica. Parla con il tuo medico se hai dubbi sulla tua salute.

0 commenti
Condivi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Premendo il tasto “Accetta” o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web, accetterai l’utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi