Post Parto

5 SEGNALI CHE DICONO CHE TI STAI TRASFORMANDO IN TUA MADRE

Pubblicato:5 Nov 2021

5 SEGNALI CHE DICONO CHE TI STAI TRASFORMANDO IN TUA MADRE

Non c’è niente di meglio di un episodio, del tipo urlare ai vostri figli lungo i corridoi del supermercato, che possa farvi pensare che state facendo esattamente come faceva vostra madre con voi da piccole. Seriamente, magari è il modo in cui appoggiate la mano sul fianco come fa lei (grazie corpo post-parto) o magari vi accorgete che avete urlato proprio la frase che vostra madre diceva a voi, in tutti i casi questi momenti e queste consapevolezze vi riportano alla vostra infanzia e nel contempo vi fanno pensare al futuro. Come mai?

Se pensiamo che dal momento in cui ci rendiamo conto di poter gattonare e poi camminare da soli, iniziamo ufficialmente a plasmare il nostro senso di indipendenza. Non vediamo l’ora di camminare, di correre, poi cresciamo e non vediamo l’ora di prendere la patente per sfrecciare con la macchina ovunque. Non vediamo l’ora di crescere velocemente, di smettere di essere trattate come dei bambini… Corriamo, corriamo e a un certo punto inizia il percorso frenante, ovvero ci rendiamo conto che non siamo più giovani, che siamo diventati adulti, che abbiamo molte più responsabilità (soprattutto appena si diventa genitori), ecco che ci guardiamo indietro ed eccole lì, stiamo diventando come le nostre madri almeno in parte.

Infatti, secondo uno studio condotto qualche anno fa sembra sia stata individuata nei 33 anni l’età di riferimento a partire dalla quale iniziamo a somigliare sempre di più alle nostre madri. E’ un’indicazione molto precisa, vero? State già riflettendo su alcune cose che avevate lasciato cadere? Ahah lo so, lo so, è la stessa cosa che ho fatto io quando ho letto questo studio. I neurologi infatti dicono che il motivo per cui ci ritroviamo a ripetere esattamente le stesse frasi ai nostri figli, che le nostre madri avevano urlato a noi da piccoli, sia legato ai momenti di stress (per esempio, la routine quotidiana da madre), durante questi momenti stressanti i nostri neuroni cercano delle frasi già pronte. E’ come se cercassero la strada più breve. E’ un po’ come se decideste di dare del gelato per cena a vostro figlio, facile e indolore, evita il capriccio e facilita l’andare a letto. Ho reso perfettamente l’idea?

Quindi se state notando alcune di queste cose, è ufficiale: vi state trasformando in vostra madre! Un bel respiro profondo e cercate di ricordare che è tutto ok e che è perfettamente normale, dopotutto, vi ha reso quello che siete adesso, vi ha amato in modo incondizionato e probabilmente non siete mai state così in sintonia come adesso che siete diventate madri anche voi.

#1 LA FELICITA’ E’ UN FRIGO PIEGO (E DEI PIATTI VUOTI!)

Dimenticate le borse nuove o i fiori freschi (anche se accettiamo tutto molto volentieri comunque), la felicità adesso è un frigorifero pieno, ordinato e perfettamente organizzato, con una grande varietà di snack, cibi quasi pronti (magari fatti in casa in tranquillità). Fatemi indovinare vi ricorda…vostra madre? Sì. Ed esattamente come un frigo pieno e rifornito, un’altra cosa che rende una madre felice è vedere il piatto del proprio figlio perfettamente vuoto perché – dopo il tempo dedicato a cucinare un buon pasto – il bimbo ha mangiato tutto. Devo dire che un bimbo che fa molti capricci a tavola è molto frustrante per una madre e in generale per i genitori. Provare a fargli mangiare una quantità significativa di cibo sano può diventare estenuante.

#2 FARE IL BUCATO E’ LA VITA

In una famiglia molto numerosa come la mia, i ricordi legati al bucato sono evidenti: mia madre costantemente prese da ceste infinite di vestiti da lavare e/o da stendere e/o da piegare. Tutto in contemporanea. Da impazzire! Il motivo lì per lì da piccola risultava davvero eccessivo, ma adesso comprendo benissimo il ritmo e le ragioni: un bambino può sporcarsi nell’arco di 30 secondi se vuole. La lavatrice è l’unica cosa che lavora più duramente di voi, giusto? Il vantaggio di oggi è sicuramente l’asciugatrice che se state valutando se prenderla o no, non indugiate e preparate il carrello durante il prossimo Black Friday: vi agevolo link con la categoria Asciugatrici QUI

#3 VOI INIZIATE A ESAGERARE (E POI PEGGIORA ANCHE DI PIU’)

Se vi ritrovate a esagerare anche situazioni tranquille, non siete le sole. Quando si entra da IKEA e si dice “solo 5 minuti”, e poi impari che 5 minuti non equivalgono a mezz’ora, ma a molto meno! Ho preso l’abitudine con mia figlia di dire: “Lo dirò solo una volta”, che poi diventano 3 o 4. Altre frasi tipo della personalissima Hall of Fame sono: “Questa stanza è un caos”, “Non esagero mai”. E voi? Quali sono le frasi ricorrenti che dite ai vostri figli e che probabilmente poi loro ripeteranno ai loro?

#4 PUBBLICITA’ BASICHE CHE SCATENANO LACRIME

Vi sentite un po’ più sensibili ultimamente? Consideriamo un mix di ormoni tra gravidanza, allattamento, gestire un figlio che amate più di ogni altra cosa al mondo e una mancanza di sonno più o meno costante, e potete spiegarvi il perché. Avete guardato New Amsterdam e l’episodio coinvolge un bambino? Via alle lacrime. Vi siete imbattute in pubblicità emozionanti con bimbi e madri? Altre lacrime. E non parliamo dei film… Per prevenire la tragedia, che comunque ci sarà, preferisco sapere prima il finale e voi? A quanto pare, gli scienziati hanno scoperto che non appena si resta incinta, il vostro cervello inizia a crescere nelle aree della regolazione emotiva, dell’empatia e della motivazione materna. Quindi, benvenute nel club delle lacrime, ecco un fazzoletto!

#5 SIETE IL RIFUGIO SICURO

Hanno passato tutto il giorno all’asilo e a scuola, e quando li andate a prendere ridono e sono pieni di storie della giornata, ma non appena arrivate a casa… tutto si sgretola. Sono irritabili, stanchi e scontrosi. In altre parole, siete il loro rifugio sicuro per il sacco da boxe emotivo. Con voi, i figli possono abbassare la guardia e sentirsi sicuri di essere arrabbiati e stanchi. Ma sebbene essere un rifugio sicuro significhi a volte sopportare il peso di quelle crisi isteriche che spesso hanno i bambini quando sono molto stanchi, è anche una sensazione meravigliosa sapere che i vostri figli si sentono più al sicuro in vostra compagnia. State facendo la differenza nelle loro piccole vite ogni giorno ed è quella la sensazione che ricorderanno quando cresceranno, impareranno a guidare, si trasferiranno e avranno dei figli a loro volta.

0 commenti
Condivi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Premendo il tasto “Accetta” o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web, accetterai l’utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi