Secondo Trimestre

GRAVIDANZA SETTIMANA PER SETTIMANA: IL SECONDO TRIMESTRE

Pubblicato:13 Mag 2022

GRAVIDANZA SETTIMANA PER SETTIMANA: IL SECONDO TRIMESTRE

Benvenuta nel secondo trimestre di gravidanza, AKA “la migliore fase della gravidanza”. Per la maggior parte delle donne tende a essere una piacevole via di mezzo tra la nausea dei sintomi della gravidanza del primo trimestre e il disagio generale del terzo trimestre (quando sei enorme).

Anche se non possiamo garantire che queste settimane del secondo trimestre saranno sempre l’esperienza magica dove sarai piena di energia e più bella che mai, è comunque un momento davvero speciale. Questa guida delineerà cosa aspettarti durante il tuo secondo trimestre: i tuoi sintomi fisici e le cose che devi fare.

Clicca sulla settimana che ti interessa in particolare dall’elenco qui sotto:

WEEK #14

Quando la nausea mattutina raggiunge il suo apice, molte donne si fiondano su Google per cercare disperatamente cose come “quando inizia il secondo trimestre?” e “per favore, dimmi che la nausea nel secondo trimestre sarà solo un lontano ricordo“. Se ti aspettavi sollievo in questo trimestre, in questa settimana ancora potresti avere qualche strascico di nausea! È normale sentirsi male fino alla settimana 16 o oltre.

Mentre ti avvicini alla 14esima settimana, non allarmarti se senti dolore o crampi. I dolori da allungamento del secondo trimestre possono sembrare strani, ma sono un buon segno che il tuo corpo sta facendo ciò che deve per fare in modo che il tuo bambino cresca! In tutti i casi, se vuoi sentirti tranquilla, consulta sempre il tuo ginecologo.

Alcune donne sperimentano nello specifico dolore sul lato sinistro durante la gravidanza. L’allungamento dell’utero nel secondo trimestre può causare dolore ai legamenti rotondi, che è la causa più comune di questo processo.

Cose da fare

  • Ascolta il tuo corpo – Stai accusando un po’ di stanchezza nel secondo trimestre? Cerca di riposarti di più. Ti senti affamata? Segui una dieta con nutrienti più adatti alla gravidanza. Se qualcosa non va, consulta il tuo medico e/o un nutrizionista che ti delineii un piano alimentare adatto alla tua condizione.

WEEK #15

Questa settimana prova a guardarti allo specchio e regalati un sorriso gigante a trentadue denti. Noti qualcosa? È normale avere sanguinamento alle gengive o gengive troppo sensibili e questo è uno dei sintomi che riguardano soprattutto il secondo trimestre. Succede perché l’aumento di estrogeni e progesterone colpisce le mucose della bocca e rende le gengive più sensibili.

Cose da fare

  • Lava i denti – Spero che tu lo faccia comunque (mattina e sera, come ti ha insegnato il tuo dentista). Continua così e usa anche il filo interdentale!

WEEK #16

Intorno alla 16esima settimana, molte donne iniziano a sentire i movimenti del loro bambino! All’inizio può sembrare come avere le farfalle nella pancia o addirittura come se il tuo stomaco brontolasse.

La posizione della tua placenta e del bambino nel tuo grembo può influenzare il momento a partire dal quale inizierai a sentire i movimenti, quindi potresti non sentirli ancora per qualche settimana.

Cose da fare

  • Accarezza la tua pancia che cresce – Preoccupata per l’aumento di peso in gravidanza? Il peso del secondo trimestre è prevedibile quando i livelli di liquidi aumentano e il bambino cresce. Continua a mangiare tutto ciò che è sano per nutrire te stessa e il tuo piccolo.

WEEK #17

Adesso che il tuo bambino sarà lungo circa 13 cm e pesa circa 150 g, il peso extra si farà sentire! Spesso potrebbe provocare dolore alla schiena, all’anca o al bacino. Sei preoccupata per il dolore pelvico durante la gravidanza? Si stima che il dolore pelvico del secondo o terzo trimestre si verifichi in circa il 20% delle gravidanze. Può essere scomodo ma di solito non è pericoloso. Tieni duro!

Cose da fare

  • Allungati – Senti una certa pressione pelvica? Durante la gravidanza (secondo trimestre incluso) è normale. Lo yoga delicato o lo stretching possono aiutare ad alleviarlo.

WEEK #18

Man mano che andrai avanti nelle settimane del secondo trimestre, potrebbero arrivare alcuni nuovi sintomi come: secrezioni vaginali, vertigini, bruciore di stomaco e dolore alla testa/schiena/zona pelvica.

Cose da fare

  • Rallenta – I sintomi del secondo trimestre potrebbero non essere così intensi come i sintomi del primo o del terzo trimestre, ma sono comunque il modo in cui il tuo corpo ti dice di cosa ha bisogno. Se soffri di mal di testa del secondo trimestre o dolore pelvico (molto comune!), rallenta e riposa.

>WEEK #19

Sei quasi a metà della gravidanza, il tuo bambino inizierà a sviluppare dei cicli di sonno simili a quelli di un neonato: sarà sveglio per sei ore al giorno e addormentato per 18. Potresti notare che è più attivo di notte quando stai cercando di dormire.

Adesso che sei nel bel pezzo del secondo trimestre, potresti sentirti stanca, stordita, dolorante, affamata e così, come ciliegina sulla torta, potresti essere anche un po’ stitica.

Cose da fare

  • Rimani attiva – Il tuo piano di fitness abituale potrebbe diventare più difficile adesso. Se è così, prova a nuotare! È una bellissima attività a basso impatto che ti aiuterà a sentirti bene e ad alleviare la pressione sulla schiena e sulla zona pelvica.

WEEK #20

WOW, sei a metà del tuo percorso in questa gravidanza!

Hai fatto un lavoro fantastico facendo crescere un essere umano dentro di te e il tuo piccolo adesso avrà le dimensioni di una banana.

Cose da fare

  • Fai sentire i movimenti al tuo compagno/marito – Già nella 20esima settimana, il tuo partner potrebbe essere in grado di posare una mano sul pancione e sentire i calci del tuo bambino. Potrebbe richiedere un po’ di pazienza (non lo fanno mai al momento giusto!), ma è un’esperienza davvero speciale.
  • Dormire su un fianco – A partire da questo momento del secondo trimestre, i medici sconsigliano di dormire sulla schiena, ove possibile.

WEEK #21

A questo punto probabilmente avrai già fatto l’ecografia delle 20 settimane, ovvero la famosa Ecografia Morfologica. Questa è una parte importante dello screening del secondo trimestre e se stai vivendo una gravidanza sana e a basso rischio potrebbe essere la seconda e ultima ecografia che hai prima del parto!

Cose da fare

  • Usa oli e creme – Perché? Per le smagliature. Creme e balsami possono aiutare a ridurne l’aspetto e possono essere meravigliosamente lenitivi per la pelle secca e pruriginosa. (Leggi l’articolo dedicato a un brand dedicato alle donne in gravidanza QUI)

WEEK #22

Entro la 22esima settimana, l’orecchio interno del tuo bambino è ora delle dimensioni di un adulto! Man mano che le loro orecchie continuano a svilupparsi, possono iniziare a sentire la tua voce e iniziano a conoscerti: la loro mamma speciale.

Cose da fare

  • Parla con il tuo bambino – All’inizio potrebbe sembrare strano, ma parlare con loro (ora che possono riconoscere la tua voce) è un bel modo per connettersi e farli abituare a te! Incoraggia anche il tuo partner a farlo.

WEEK #23

Gli ormoni della gravidanza possono iniziare a distrarti con un conseguente abbassamento della tua attenzione. Se stai dimenticando le cose più del solito, non ti stressare per questo! Fa tutto parte del processo.

Cose da fare

  • Ritrova e/o mantieni l’intimità sessuale – Hai fatto sesso di recente? O sono trascorse circa 23 settimane dall’ultima volta? Il sesso durante la gravidanza è sano e fantastico e, nel secondo trimestre, potrebbe richiedere un po’ di creatività. Provaci! (Nota: è normale che si verifichi un sanguinamento dopo il sesso, a causa di una cervice infiammata. Può verificarsi sanguinamento nel secondo trimestre, ma se sei preoccupato o incerto consulta il tuo medico.)

WEEK #24

Il tuo bambino ha avuto un enorme scatto di crescita e ora ha le dimensioni di una spiga di mais!

Cose da fare

  • Prenota l’esame della Curva Glicemica – I medici suggeriscono di eseguire questo test tra le settimane di gravidanza 24 e 28 per verificare la presenza di diabete gestazionale, ma ti potrebbe essere consigliato di farlo prima se sei a rischio più elevato.

WEEK #25

È normale avere dei crampi alle gambe e del bruciore di stomaco in questa fase del secondo trimestre. Fate stretching ed evitare di stare in una posizione troppo a lungo può aiutare.

Cose da fare

  • Inizia a selezionare i nomi – Se non hai già iniziato a pensare ai nomi più belli per te, fallo!
  • Programma il corso preparto – Questo è un ottimo modo per essere informata sul travaglio, sul parto, su post parto e allattamento. E se arrivata a questo punto della gravidanza, hai a che fare con la gestione di ansie e paure, frequentare un Corso Pre-parto ti aiuterà moltissimo ad ridurre la paura. (Anche le affermazioni positive per affrontare il parto in modo sereno possono aiutare! Ne abbiamo parlato QUI)

WEEK #26

“AHIA!” Quella eri tu che reagivi a un bel calcio pesante sulle costole da parte del tuo bimbo. Sfacciato… Ma tanto carino eh! Sperimenterai tali gioie sempre di più man mano che ti avvicini al tuo terzo trimestre.

Cose da fare

  • Dormi quando puoi! – Cercare di dormire potrebbe diventare un’impresa nel terzo trimestre. Quando arriverai alla fine del tuo secondo trimestre, fai scorta di pisolini da 20 minuti quando puoi.

WEEK #27

Il tuo bambino attualmente è molto simile a come sarà alla sua nascita: solo più piccolo e magro. Può essere confortante sapere che avrebbe buone possibilità (75-80%) di sopravvivere, con cure specialistiche, se dovesse nascere adesso.

Cose da fare

  • Bevi – L’American College of Obstetricians and Gynecologists raccomanda di bere da 8 a 12 bicchieri d’acqua al giorno durante tutta la gravidanza. Fallo!

Il Secondo Trimestre è davvero un bel periodo, fatto non solo di una bellezza potenziata (capelli pazzeschi, una pelle perfetta e tanto romanticismo), ma fatto anche dall’assenza dei sintomi più fastidiosi del Primo Trimestre. Una pausa di 3 mesi che ti farà ricaricare per affrontare il terzo e ultimo Trimestre.

Come sempre, cerca di rimanere in sintonia con il tuo corpo durante questa fase della gravidanza. Se qualcosa non ti convince o ti preoccupa, o se noti meno movimenti del tuo bambino, controlla immediatamente con il tuo ginecologo o la tua ostetrica. E ricorda, questo post non dovrebbe sostituire un’adeguata consulenza medica.

0 commenti
Condivi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Premendo il tasto “Accetta” o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web, accetterai l’utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi